Personaggio aeronautico - Dolomiti Nel Mondo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Personaggio aeronautico

Servizi

Daniele Calvi


Daniele Calvi riceve il premio Personaggio Aeronautico dell' Anno a Longarone

"Cosa spinge un ragazzino dell’ Alpago a lasciare casa e affetti per frequentare una lontana scuola tecnica, arruolarsi nella Marina Militare e partire per gli Stati-Uniti e diventare in poco tempo un vero Americano in tutti i sensi del termine?
La passione per il volo: il giovane Daniele Calvi, classe 1980, realizza il battesimo dell’ aria all’ Aero Club di Belluno, prima di iscriversi all’ Istituto Tecnico Aeronautico di Forlì dove ottiene il brevetto di Volo privato, allora ogni minuto libero, lo passa ai comandi di un piccolo aeroplano per fare esperienza.
Circa 10 anni prima, la nostra Marina decide di dotarsi dei suoi primi velivoli ad ala fissa: gli “Harrier” a decollo verticale basati dapprima sull'Incrociatore Garibaldi e, successivamente (2010), su Nave “Cavour”. Daniele non ci pensa due volte, si arruola e viene trasferito nella base di addestramento di Pensacola in Florida, dove vola con i T-34 "Turbomentor”, T-2 “Buckeye” ed infine T-45 "Goshawk" conquistando le "U.S. GOLD NAVY WINGS". Nel 2004 approda finalmente in North Carolina, hai comandi dell’AV8 “Harrier” II+; oggi sono solo 12 i piloti italiani a volare su questo tipo di macchina sofisticata e così particolare. Ha l’ occasione di sorvolare non solo il mare, ma anche negli scenari più spettacolari del continente U.S.A. come il Grand Canyon e le Montagne Rocciose. In questo periodo della sua vita, Daniele viene considerato dai suoi colleghi come un vero Americano, si dimentica della lingua  madre, ed è soprannominato con il nome di battaglia , “Smile “, per il suo eterno sorriso.
Giovedì 23 maggio dopo la visita al cimitero delle Vittime del Vajont a Fortogna, a Longarone, e poi di fronte alle Scolaresche e un folto pubblico, il Tenente di Vascello, Daniele Calvi con molta modestia ci illustra la sua carriera militare. A tutt’ ora è in forza alla Marina al largo di Taranto; vola in missioni di addestramento a difesa della flotta Italiana, e ci spiega come sia difficile appontare su una porta-aerei. Questi risultati lusinghieri non sono certo frutto del caso ma del coraggio, della determinazione, di un lavoro continuo e impegnativo, appassionante ma non privi di rischi.
Dopo nomi blasonati come la Contessa Caproni, o il pilota acrobatico Sergio Dallan, Il Gruppo Amici del Volo di Longarone ha l’ onore di conferirli la targa del premio “Personaggio Aeronautico dell’ Anno 2013 di Longarone”, per la sua operosità . Non mancano gli apprezzamenti e i Saluti dalle autorità politiche, dal Sindaco Roberto Padrin, e i riconoscimenti da parte del sindaco del comune di Farra D’ Alpago e l’ assessori di Pieve D’ Alpago per l’ orgoglio di averli dato alla luce e l’ esempio dato ai giovani Bellunesi".

AV8 “Harrier” II Plus
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu